Master in Dietetica e nutrizione clinica
Policlinico Gemelli Roma, Università cattolica del Sacro Cuore

Dieta >> Adulto

Alimentazione nell'adulto

 

Nel corso dei secoli l'alimentazione nel genere umano è profondamente cambiata e questi cambiamenti si sono instaurati in relazione alla disponibilità degli alimenti, alla capacità acquisita a conservare e trasformare i cibi, alle esigenze nutrizionali dei vari individui.

 

I comportamenti derivati da questi fattori non sempre hanno risposto alla domanda di salute dei vari individui, per cui ad esempio, nella nostra realtà taliana, da un modello alimentare ricco di cereali e legumi si è passati ad uno stile alimentare caratterizzato da cibo ad alto contenuto calorico, ricco di proteine animali e grassi saturi.

 

Alla soglia dell'obesità un adulto si rende conto di dover fare qualcosa, di solito si comincia a far caso all'aumneto di peso perchè non riusciamo più ad indossare alcuni capi del nostro guardaroba, ma subito dopo, facendo attenzione, ci rendiamo conto che la nostra salute deve fare i conti con i chili di grasso di troppo e allora si comincia a mangiare meno, riducendo l'introito magari di nutrienti essenziali per il nostro stato di salute ma l'ago della bilancia segna sempre lo stesso peso o magari indica un peso maggiore. Come è possibile? Allora qualcosa non funziona.

 

Dimagrire non significa ridurre drasticamente l'introito calorico, le calorie contano poco, conta la qualità dei nutrienti ingeriti, infatti una dieta fortemente ipocalorica che prevede solo l'abbattimento delle calorie può nuocere gravemente alla salute, rischiamdo gravi carenze nutrizionali e un calo del metabolismo.

 

E' bene invece valutare l'associazione degli alimenti in maniera tale da favorire un abbassamento dell'indice glicemico dei nostri pasti, scegliendo gli alimenti che forniscono tutto ciò che necessita al nostro organismo.

 

Raggiungere così il Peso Benessere e sopratutto mantenerlo nel tempo.

Questo sito è un prodotto Software Point